My Fashion Therapy

When fashion meets psychology

Published by Sana Bouamama

OAK

Written by sana, 5 anni ago, 2 Comments
Ciao a tutti, eccomi ancora una volta con una scoperta Made in Italy (esattamente made in Brianza) da

condividere con voi.
Si tratta sempre di eleganza, fashion, arte e lusso, non vi parlerò di vestiti, di scarpe e nemmeno di gioielli ma di mobili classici e di stile e arredamenti di lusso: «OAK».
Sono stata onorata di conoscere di persona il presidente, il Sig. Virgilio Pologna (una persona squisita con la quale non ci si stanca mai di chiacchierare) insieme al figlio Renato e alla figlia Antonella, molto amichevoli, professionali e disponibili. Inoltre, ho avuto la fortuna di avere il permesso di fare questo piccolo reportage da pubblicare sul blog in modo da condividerlo con i miei follower in tutto il mondo. La mia fortuna è stata anche quella di fare una visita guidata insieme al Sig. Amor Chita (Area Manager  – Medio Oriente), partendo dagli uffici dell’azienda e finendo nello show room Oak. Mi sono sentita passare dall’effetto bambina in gita scolastica a quello di una principessa in un castello, un mondo meraviglioso. Si tratta di circa 24.000mq coperti, ottanta addetti interni che con collaboratori esterni arrivano a circa duecento unità.
Ho visto tutte le tappe della nascita di un mobile, dallo schizzo del designer di grande fama su un semplice foglio, alla lavorazione artigianale e infine al suo imballaggio. Ho ammirato la perfezione, l’originalità e la cura con la quale nascono questi gioielli. Il Sig. Chita è stato più che preciso e puntuale nel rispondere a ciascuna della mie curiosità, dimostrando una grande conoscenza del prodotto e un’esperienza ineguagliabile nel mercato Italiano ed estero degli arredamenti di alto livello.
Grazie al Sig. Pologna per aver permesso di fare questo reportage e grazie al Sig. Chita per averlo arricchito con le sue preziose informazioni che troverete nell’intervista.
Seguitemi…

S
 ♥
DSC_1092

Che cos’è la Oak?
“La Oak è una ditta che produce mobili, arredi in tutto il mondo. Prodotti considerati di altissimo livello, destinati ad una clientela moto distinta e facoltosa. Si può considerare una delle prime ditte di altissima qualità in Italia, se non in Europa.”
Quanto è conosciuta la OAK nel mondo?
Conosciutissima dagli architetti, dai commercianti, dai professionisti nel campo dell’arredo.
Gli arredi Oak sono presenti in palazzi pubblici (Cremlino, Ambasciate), in residenze presidenziali e nelle residenze di importanti famiglie che si circondano soltanto del meglio che il mercato offre in tutti i settori. 
Vari regali e riconoscimenti da parte di molti presidenti, re e uomini d’affari

 

Che cos’ha di particolare? L’impronta del made in Italy?
Si parte già dall’acquisto del materiale: legname pregiato, stagionato. Come trattare il legname è molto importante.
Tutti i prodotti che vengono utilizzati per realizzare i pezzi sono di prima scelta. Il mobile in sé viene costruito in legno al 100% con tecnologie molto avanzate, rispetta tutti gli stili tratti dai libri storici con finiture accuratissime.
Nascita di un mobile lavorato a mano con passione
Per chi non è mai stato in contatto con il mobile italiano, come riconoscerlo/distinguerlo?
Il mobile Oak è un mobile italiano ed è costruito in legno, la finitura è di altissimo livello, con proporzioni molto equilibrate studiate al centesimo.
L’uso di oro 24 carati, marmi pregiati, veri ottoni e bronzi realizzati appositamente e personalizzati per i pezzi Oak, con particolari in madre perla e tessuti creati da e per la Oak.
Il pezzo forte della collezione 2012-2013?
Mobile a due ante con una base intagliata, da utilizzarsi come mobile bar, mobile porta TV o secrétaire, decorato a mano con lacche speciali a seconda della destinazione.
Il mobile in questione è disponibile in panna e in nero nella foto seguente
                                                              Source: salone del mobile 2012
Fashion e design vanno insieme?
Ovviamente devono essere complementari: il design chiama la moda e possiamo considerare la Oak portatrice di moda nel design, nell’abbinamento dei colori, nella scelta dei materiali e nell’inventiva.
                                                              Source: salone del mobile 2012

Quello che non deve mai mancare in una casa/villa?

Salotti, con imbottiture e cuciture molto curate, tessuti pregiati e personalizzati.
Stili diversi per gusti diversi?
Gli arredi Oak sono destinati ad una clientela di altissimo livello (capi di stato, businessmen, ministri). Si possono realizzare tutti gli stili, passando dal classico Luigi XXV, Luigi XXVI, Impero, Barocco, al Moderno senza nessun problema.
Come trattare un mobile Oak?
Per un mobile Oak e per tutti i mobili di un certo prestigio si raccomanda di non usare prodotti chimici (tutti gli spray disponibili sul mercato), si consiglia invece di usare un panno umido con sapone neutro per pulirli.
DSC_1094
Grazie!
Invito tutti i lettori a visitare il sito della Oak
www.oak.it
E lo stand durante la fiera del mobile a  Milano – Aprile 2013

 

About sana

Mi chiamo Sana, sono Psicologa e Style Advisor. Per conoscermi meglio seguitemi o chiedetemelo. Grazie! Hi, my name is Sana, I am a Psychologist and a Style Advisor. To know me more, follow me or ask me. Thanks!

  1. Karsten30 dicembre 2012, 03:57

    Dear Sana.
    Have just found your blog; and I’m already helplessly in love with your outfit in this post. So deceptively simple; but also simply perfect. So timeless in its feminine elegance; and so understated in its discreet sexiness. What a gorgeous and divine look.
    Kisses and compliments from Denmark.

    Reply
    • Sana B18 febbraio 2013, 23:02

      Thank you for your kindness and interest x my blog! happy to know that I have a follower from Denmark
      Waiting for further comments
      S

      Reply